Elisa Stucchi

Elisa Stucchi è nata a Pasqua del 1985 metà brianzola e metà pugliese.
Da piccola ascolta i dischi e le cassette di sua sorella: Brian Adams, 883, Claudio Baglioni ma si innamora particolarmente di “Nomi e Cognomi” di Francesco Baccini.
Alle medie si avvicina alla musica più internazionale: Queen, U2, Oasis, e Nivana che diventano il suo chiodo fisso e lo resteranno per sempre.
Diventa grande e nelle cuffiette del walkman alterna Verdena, Muse, Porno Riviste, Derozer, Peter Punk ma anche pilastri italiani: Guccini, De Andrè, Battisti.
Dopo la laurea e un periodo londinese, nell’ottobre 2012 inizia uno stage di tre mesi nell’ufficio stampa Fleisch dove lavorerà fino all’estate del 2015: conosce così l’ignoto mondo dell’ufficio stampa e capisce che le piace.
Bazzica per un paio di anni anche in KeepOn e si occupa della promozione del festival “Hai Paura del Buio?” a L’Aquila.
Nel gennaio 2016 fonda Sappilo Comunicare, un piccolo ufficio stampa che si è occupato di Polar for the Masses, Lo Straniero, Nadar Solo e molti altri.
Le piace il vino, la pizza fritta, i panzerotti e i ristoranti boliviani.
A gennaio 2017 arriva la chiamata di Macramè ed inizia un nuovo percorso.

Elisa Stucchi
elisa@macrameufficiostampa.it
347.3412069